SABATO18 NOVEMBRE saremo presenti al BACCANALE DI IMOLA



ore 10-19
Teatro Stignani
VA IN SCENA IL TARTUFO

dalle ore 10
Portico esterno Teatro Stignani
esposizione didattica del tartufo curata dall’azienda ‘Il Signore dei tartufi’

ore 16
Sala ristoro del Teatro Stignani
UN PIATTO A TEMA: GATEAU DI PATATE E TARTUFO.
Show cooking con Marzia Bellino, concorrente Master Chef Italia
2016


ore 17
Ridotto del Teatro Stignani
IL TARTUFO, I NOSTRI AMBIENTI
proiezione del film/documentario “Tuber” (Italia, regia di Fabio
Donatini, 52’) realizzato con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola e ER Film commission. Seguirà un incontro conviviale sui tartufi della Valle del Santerno e della Valle del Senio con Gian Tullio Turricchia del Gruppo Micologico Imolese e con Giancarlo Lanzoni e Roberto Rinaldi Ceroni (ITAC Scarabelli)

VI ASPETTIAMO!!!!

Talk show “Ping Pong-Pro loco.Una ricchezza”.

In onda sui canali di Teleromagna:
·        Giovedì 16/11 alle ore 21,00 sul canale 14
·        Venerdì 17/11 alle ore 21,00 sul canale 11
·        Sabato 18/11 alle ore 14,00 sul canale 74
·        Sabato 18/11 alle ore 23,15 sul canale 14
·        Domenica 19/11 alle ore 15,15 sul canale 11

SERATA '900

Venerdì 29 dicembre
VIALE DOMENICO NERI 19-45
tra case popolari e UNRRA

VINCITORI DEI CONCORSI DEI FRUTTI DIMENTICATI


BANCABELLA
Azienda agricola Ca' di Melone












VETRINABELLA
Cartolibreria L'Angolo di Peter Pan
















DOLCE DI MARRONI
Stefania Pasini (Riolo Terme)



MARMELLATA AZIENDE AGRICOLE
Azienda agricola Oriali di Sotto

MARMELLATA PRIVATI
Bar Capriccio (Castelbolognese)

PANNI STESI
Claudio Ricciardelli 











L'INDIMENTICABILE
-Frutti dimenticati sulle tavole dei ristoranti-

Ristorante Le Bistrot di Dozza (Pera volpina con crema alla vaniglia e gelato alle more)

Menzione speciale Ristorante Acquavitae di Riolo Terme

Abilissimi Protagonisti

Progetto didattico e filmico rivolto a persone con disabilità che desiderano avvicinarsi al mondo del cinema 
Aperte le iscrizioni al workshop gratuito sulle tecniche di ripresa  
Prima lezione il 9 novembre a Imola 


Si riparte dopo la pausa estiva con la seconda tappa del progetto Abilissimi Protagonisti, percorso formativo legato al cinema e interamente dedicato alle persone con disabilità di tutta la Regione Emilia-Romagna, ideato e realizzato dalla casa di produzione cinematografica bolognese Zarathustra Film di Fabio Donatini insieme alla Pro Loco di Casola Valsenio.
Dopo il corso inerente la scrittura per il cinema, condotto dallo sceneggiatore bolognese Christian Poli, che si è svolto a Casola Valsenio tra giugno e luglio coinvolgendo 12 iscritti provenienti anche da Lugo e da Ravenna, nel mese di novembre 2017 avrà luogo, questa volta a Imola, il corso dedicato alle Tecniche di ripresa. I docenti Francesco Merini e Nicola Spaccucci introdurranno la classe alle tecniche base sull'utilizzo della videocamera e degli strumenti fondamentali per le riprese cinematografiche, alternando la teoria a una serie di esercitazioni pratiche con gli attrezzi del mestiere.
Il corso prevede 4 incontri da 3 ore ciascuna, che si svolgeranno presso la sede UNITALSI di Imola (piazza Duomo, 4), partner dell'iniziativa, nei pomeriggi del 9, 16, 22 e 30 novembre, dalle 14.30 alle 17.30.
Uno degli incontri prevede l'aggiunta di un'ora di lezione, durante la quale verranno fornite alcune nozioni base sulla produzione cinematografica.
Ci si potrà iscrivere attraverso il form on-line presente sul sito http://www.zarathustrafilm.it/abilissimi-protagonisti fino al 31 ottobre.
Ulteriori informazioni sul progetto e sul corso si trovano anche sulla pagina Facebook di Abilissimi Protagonistihttps://www.facebook.com/Abilissimi-Protagonisti-1762763827346994/
 
Abilissimi Protagonisti è un progetto didattico e filmico rivolto a persone con disabilità residenti in Emilia-Romagna, che desiderano avvicinarsi al mondo del cinema.
Si articola in tre corsi cinematografici gratuiti (scrittura, regia, tecniche di ripresa): il primo, dedicato alla scrittura, si è svolto durante l'estate.
A corollario del progetto, si terranno incontri, proiezioni e verranno organizzate le riprese di un cortometraggio di finzione, diretto da Donatini, dal titolo (ancora provvisorio) Bora Bora!
Location principe di tutto il percorso formativo sarà il paesaggio delle colline romagnole di Faenza, Casola Valsenio, Riolo Terme, Castel San Pietro Terme e Imola.
I protagonisti del progetto potranno avvicinarsi al mondo cinematografico partecipando a workshop teorico-pratici tenuti da professionisti del settore che, attraverso una serie di lezioni frontali e di esercitazioni pratiche di gruppo, li avvicineranno a tutte le fasi di sviluppo di un progetto cinematografico.

Il progetto ha il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Cna Ravenna, Unitalsi Imola, Comune di Casola Valsenio, Confartigianato della provincia di Ravenna, Imola Faenza Tourism Company, Pro Loco Emilia Romagna - UNPLI, Unione della Romagna Faentina.Stefania PollastriSito ufficiale: http://www.zarathustrafilm.it/abilissimi-protagonisti/ 
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Abilissimi-Protagonisti-1762763827346994/  

REGOLAMENTO CONCORSI


·                    La Giuria verrà nominata dal consiglio della Pro Loco di Casola Valsenio.
·                    Le premiazioni si terranno nel pomeriggio di domenica 15 Ottobre 2017 all’interno della Festa dei Frutti Dimenticati
·                    Il Concorso premia i vincitori della manifestazione 2017.


CONCORSO MARMELLATE:
1)     Ogni concorrente dovrà consegnare alla Pro Loco di Casola Valsenio un barattolo di marmellata, prodotto in modo artigianale ENTRO LE ORE 12,00 DI DOMENICA 15 OTTOBRE. Ogni concorrente può partecipare al concorso con uno o più prodotti. E’ possibile partecipare anche inviando i prodotti a mezzo posta o a mezzo corriere alla Pro Loco di Casola Valsenio, Via Roma 48/A, 48032 Casola Valsenio (RA). I pacchi dovranno essere corredati dei recapiti per poter rintracciare il concorrente e dovranno pervenire presso la sede della Pro Loco entro il sabato.
2)     Sul barattolo dovrà essere esposta un’etichetta con SOLO il nome della marmellata presentata.
3)     Alla confezione contenente la marmellata dovrà essere allegata la ricetta con indicati gli ingredienti le quantità, il metodo di realizzazione e la denominazione dell’azienda agricola o soggetto privato.
4)     Le marmellate devono essere prodotte utilizzando in modo prioritario i “Frutti Dimenticati” (Sorbe, Melograno, Giuggiole, Mele Cotogne, Castagne, Nocciole, ecc.).
5)     Al momento della consegna la Pro Loco assegnerà alla confezione un numero progressivo al quale far corrispondere il nome del produttore. Questo per rendere il prodotto non identificabile, da parte della giuria, se non per le proprie peculiarità.
6)     Le ricette potranno essere utilizzate dalla Pro Loco per realizzare pubblicazioni da distribuire nelle manifestazioni.

CONCORSO “DOLCE DI MARRONI”:
1)    Ogni concorrente dovrà consegnare alla Pro Loco di Casola Valsenio il dolce di marroni, preparato in modo artigianale ENTRO LE ORE 12,00 DI DOMENICA 15 OTTOBRE. Ogni concorrente può partecipare al concorso con uno o più prodotti. E’ possibile partecipare anche inviando i prodotti a mezzo posta o a mezzo corriere alla Pro Loco di Casola Valsenio, Via Roma 48/A, 48032 Casola Valsenio (RA). I pacchi dovranno essere corredati dei recapiti per poter rintracciare il concorrente e dovranno pervenire presso la sede della Pro Loco entro il sabato.
2)    I prodotti presentati dovranno presentare un’etichetta con SOLO il nome del dolce.
3)    Al prodotto dovrà essere allegata la ricetta con indicati gli ingredienti, le quantità, il metodo di realizzazione e la denominazione dell’azienda agricola o di chi lo ha preparato.
4)    I dolci devono essere prodotti utilizzando in modo prioritario i Marroni.
5)    Al momento della consegna, la Pro Loco assegnerà al dolce un numero progressivo al quale far corrispondere il nome del produttore. Questo per rendere il prodotto non identificabile, da parte della giuria, se non per le proprie peculiarità.
6)    Le ricette potranno essere utilizzate dalla Pro Loco per realizzare pubblicazioni da distribuire nelle manifestazioni.
N.B. I prodotti (marmellate e dolci) possono essere consegnati anticipatamente presso l'ufficio turistico-proloco in via Roma 48 il martedì, venerdì e sabato (9.30-12.30) oppure i giorni della manifestazione presso lo stand Proloco in Piazza Oriani.

CONCORSO BANCABELLA:
1)  Per il concorso “Bancabella” è permesso agli agricoltori utilizzare lo spazio espositivo corrispondente ai tavoli da loro occupati.
2)  In caso di due o più ex-aequo tra i partecipanti del concorso Bancabella, la giuria giudicherà necessariamente più meritevole del premio l'espositore che avrà partecipato a tutti e due i week end.
3)  E' consentito l'ornamento e l'abbellimento del proprio banco con materiali e oggetti attinenti la manifestazione. Non sarà tenuta in considerazione per l’assegnazione del premio la semplice esposizione di oggetti di antiquariato e/o attrezzi agricoli in genere che non siano inseriti nel contesto della vendita al pubblico.
4)  Il premio della Bancabella consiste in: un premio deciso di anno in anno dalla pro loco, più la PARTECIPAZIONE GRATUITA AD UNO DEI DUE WEEK END nell'edizione successiva (una postazione più copertura per 1 week end).


CONCORSO VETRINABELLA
1)   Per il concorso “Vetrinabella” viene valutato lo spazio espositivo corrispondente alle vetrine dei vari esercizi commerciali di Casola Valsenio, all'interno dello spazio di svolgimento della Festa dei Frutti Dimenticati.
2)   E' consentito l'ornamento e l'abbellimento della propria vetrina con materiali e oggetti attinenti la manifestazione. Non sarà tenuta in considerazione per l’assegnazione del premio la semplice esposizione di oggetti di antiquariato e/o attrezzi agricoli in genere.

3)   Chi intenda partecipare dovrà comunicarlo all'ufficio turistico-proloco tramite mail (proloco.casolavalsenio@gmail.com) o telefono (0546.73033 martedì, venerdì e sabato 9.30-12.30)  ENTRO VENERDI' 13 OTTOBRE.

TREKKING DEI FRUTTI DIMENTICATI

Domenica 15 ottobre in occasione della festa dei frutti dimenticati a Casola Valsenio , La pro Loco organizza col Trekking Nasturzio e Il Cai di Faenza il 7° trekking dei frutti dimenticati.

PER L'ITINERARIO COMPLETO

FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI e del marrone di Casola 7-8 E 14-15 OTTOBRE

Sabato e Domenica: ingresso gratuito - Domenica Navetta dalla Zona industriale di Casola Valsenio, Via 1° Maggio al costo di 1,00 Euro
Vie del Centro Storico - dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Apertura della 27a Edizione del “MERCATO DEI FRUTTI DIMENTICATI”
MERCATO PRESIDI SLOW FOOD” Dalle Regioni Italiane Casola ospita le eccellenze di alcuni prodotti dell’autunno
SCARICA IL PDF DEL PROGRAMMA
OPPURE

PER IL PROGRAMMA COMPLETO:

MENU DELLA FESTA

Ecco il menu che trovate presso lo stand gastronomico della pro loco di Casola, ristorante MELA DELLA ROSA in piazza Oriani


Marzia Bellino da Masterchef 5

Oggi prepariamo: certificazione ai frutti dimenticati





Primo giorno della festa dei frutti dimenticati

Laboratorio sfogline prepariamo:
gnocchi di patate, pappardelle di farina di castagne, cappellacci calendula, cappellacci alla malva, garganelli e farfalline









La festa dei frutti dimenticati su RAI2

Venerdì 6 ottobre alle ore 13:30 su RAI 2, la rubrica del TG2 specializzata in enogastronomia Eat Parade segnalerà tra i principali appuntamenti a livello nazionale anche la festa dei frutti dimenticati di Casola. 

Inoltre sarà in diretta ed in differita su WWW.RAIPLAY.IT  o sulla APP RAI PLAY ed in seguito sul sito WWW.TG2.RAI.IT  nella sezione RUBRICHE / EATPARADE

NON PERDETEVELO!!!

FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI e del marrone di Casola 7-8 E 14-15 OTTOBRE

27^EDIZIONE
Sabato e Domenica: ingresso gratuito - Domenica Navetta dalla Zona industriale di Casola Valsenio, Via 1° Maggio al costo di 1,00 Euro
Vie del Centro Storico - dalle ore 10.00 alle ore 20.00
Apertura della 27a Edizione del “MERCATO DEI FRUTTI DIMENTICATI”
MERCATO PRESIDI SLOW FOOD” Dalle Regioni Italiane Casola ospita le eccellenze di alcuni prodotti dell’autunno
SCARICA IL PDF DEL PROGRAMMA
OPPURE







PER IL PROGRAMMA COMPLETO:

CONCORSO L'INDIMENTICABILE

Anche a ottobre continuano le serate del concorso
"L'Indimenticabile, Frutti dimenticati sulle tavole dei ristoranti"
Concorso tra i ristoranti del territorio, che ha lo scopo di coinvolgere valorizzare e far conoscere ad un pubblico sempre più ampio il mondo dei frutti dimenticati. I ristoranti del territorio diventano ambasciatori della cucina tradizionale di qualità e delle nostre tipicità.
---------------------------------------------------------------------------------
Giovedì 5 ottobre LOCANDA SENIO - PALAZZUOLO SUL SENIO
Via Borgo delle Ore 1,
Palazzuolo sul Senio (Fi)
tel. 055 8046019
www.locandasenio.com










---------------------------------------------------------------------------------
Venerdì 6 ottobre RISTORANTE LE BISTROT - DOZZA

Via Valsellustra 18G, Dozza, (Bo) telefono 0542 672122,
sito internet: www.ristorantelebistrot.it

MENU

antipasto
insalata di radicchio con chicchi di melagrana, noci, petali di pera scipiona e salsa di squaquerone
primo piatto
passatelli asciutti con guanciale e granella di avellane serviti su crema di pecorino
secondo piatto
faraona farcita alle castagne accompagnata da chutney di mele selvatiche
dessert
pera volpina al sangiovese con crema alla vaniglia  e gelato alle more

euro 32 00 escluse bevande

CONCORSO L'INDIMENTICABILE

Continuano le serate del concorso
"L'Indimenticabile, Frutti dimenticati sulle tavole dei ristoranti"
Concorso tra i ristoranti del territorio, che ha lo scopo di coinvolgere valorizzare e far conoscere ad un pubblico sempre più ampio il mondo dei frutti dimenticati. I ristoranti del territorio diventano ambasciatori della cucina tradizionale di qualità e delle nostre tipicità.
---------------------------------------------------------------------------------
Venerdì 29 settembre ACCADEMIA GIA' LOCANDA SOLAROLA - CASTEL GUELFO
Menu
festa dei frutti dimenticati”
Antipasto:
Tartare di branzino
con caviale di melograno ed insalatina di giuggiole
Pizza :
Pera mora di Faenza, pecorino di Pienza e Miele
Dolce:
Zuppetta di corbezzolo e yougurt greco alla menta con amaretto


Il prezzo del menu è di euro 25, bevande escluse.

Via Santa Croce 5, Castel Guelfo (Bo) telefono 0542 670602
sito internet: www.piu39accademia.it

---------------------------------------------------------------------------------

Domenica 1 ottobre RISTORANTE LE FONTI - CASTEL SAN PIETRO TERME


Viale Terme 1800, Castel San Pietro Terme (Bo)
telefono 051 6951958
sito internet: www.golfclublefonti.it

VI PRESENTIAMO GLI ARTISTI CHE SI ESIBIRANNO NELLE GIORNATE DELLA FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI!

SABATO 14 OTTOBRE

LOVESICK DUO
Dal rock'n'roll delle radici, dal Mississippi delta blues, country e bluegrass, ecco i Lovesick Duo.
Paolo Roberto Pianezza
Francesca Alinovi









"LA CUCINA ERRANTE" DI CLAUDIO E CONSUELO
Cosa accade quando due cantastorie, cuochi giocolieri, si trovano a cucinare e a navigare per le strade, guidando una nave ben fornita di stoviglie, storie, cibarie e fantasia?
LA CUCINA ERRANTE è uno spettacolo itinerante in cui, una bizzarra coppia che viaggia insieme da un sacco di tempo, discute sul viaggio e sulla cucina...
Il viaggio permette loro di dare forma ai desideri che sono nutrimento dello spirito: i due cuochi, di un epoca senza tempo, sanno che la gente non ha bisogno solo di pasta e fagioli, di ravioli col tartufo,
di gelato al lampone... ma ha bisogno di nutrire la fantasia.
E il loro viaggio prosegue per trovare ogni giorno un posto dove la gente abbia il tempo di ascoltarli cucinare le loro storie.

LA FATTORIA AMBULANTE DI TINTO GRASS
Molti ricorderanno di averlo visto a qualche festa paesana, anche solo di sfuggita, con il suo carretto variopinto di animali. C'è chi scoprirà di averlo osservato divertito, vestito da frate o da Babbo Natale, distribuendo emozioni e sorrisi insieme alla sorprendente compattezza della sua stuola di amici; cane, asino, oche, capre, conigli, galline e colombi. Uniti, nonostante le diversità. 
Romano ha iniziato questa iniziativa per scherzo 12 anni fa, quando, con solamente un cavallo ed un cane, a Borgo Rivola andava a fare il Babbo Natale. La sua partecipazione a sorpresa riscuoteva successo così si decise a portare a casa altri animali. Giulio, il suo asino, è ormai la colonna portante della combriccola e da 11 anni accompagna Romano nelle feste paesane trainando il carretto con gli altri animali. Oggi nella “baita” (nome utilizzato da Romano per definire la sua fattoria), ci sono circa 300 animali; galline, gatti, colombi, capre, maiali, tacchini, conigli, cani e persino uno struzzo. Gli eventi a cui è invitato con il suo spettacolo sono innumerevoli e vanno dai piccoli paesi fino alle grandi province come Ravenna.
“Non faccio tutto questo per i soldi che ricevo per partecipare alle feste, anche perché ogni anno chiudo sempre con rimesse maggiori. Faccio questo perché è una passione. Amo i miei animali e cerco di portare un po' di questo sentimento agli altri, soprattutto bambini e anziani. Per me il compenso maggiore quando faccio queste manifestazioni è l'emozione che vedo che la gente prova, gli sguardi che incontro e che purtroppo nelle grandi città risultano più freddi. La mia speranza infine è che qualcuno di questi bambini, affascinato da ciò che faccio, un giorno possa intraprendere la stessa strada e continuare a regalare queste genuine emozioni”.

DOMENICA 15 OTTOBRE

GRANDE CANTAGIRO BARATTOLI
Il “Grande Cantagiro Barattoli” è un esperimento. O, per meglio dire, un laboratorio: in esso sono racchiuse tutte le nostre competenze di artigiani, di conoscitori del ferro e del legno, della carta e del colore, del gioco con i tessuti e con le molle. È successo così: da materiali poveri combinati tra loro è nato un teatrino musicale viaggiante, che non smette di stupire dai bambini agli adulti.
Il Grande Cantagiro Barattoli ha scelto le strade e le piazze d'Europa come cornice per i propri spettacoli, nati e pensati principalmente per gli spazi aperti: sempre in viaggio, a tramandare l'antica tradizione del musicista ambulante con le sue marionette danzanti, alla ricerca di nuovi angoli di strada dove portare meraviglia.
I nostri canti e le nostre melodie raccontano di sbornie, d'amore, di emigrazione, sono musiche tradizionali da noi arrangiate e personalizzate, sostenute da ritmi incalzanti e ballerecci. Canti di Francia e di Spagna, canti d'Irlanda e del sud Italia, a volte, cori di marinai.

GAMBEINSPALLATEATRO
Se pensate di aver visto tutto, fermatevi a guardare questo!
Uno spettacolo unico nel suo genere vi incanterà con la sua poesia e comicità.
Un carretto d’altri tempi, uno strano attore, mimo, clown, vi mostrerà il suo mondo attraverso un viaggio dal sapore; confuso tra sogno e realtà, romanticismo e comicità.
Con il naso insù potrete ammirare queste anime volanti trasformarsi da piccole a grandi, poi giganti dai mille riflessi colorati e piene di fumo ...e per finire sarete avvolti da migliaia di piccole animelle..in volo libero …le bolle di sapone.
Uno spettacolo per tutte le età …e gli intenditori di sogni.

VI PRESENTIAMO GLI ARTISTI CHE SI ESIBIRANNO NELLE GIORNATE DELLA FESTA DEI FRUTTI DIMENTICATI!

SABATO 7 OTTOBRE

FELICE PANTONE
Felice Pantone è un Cantastorie e come tale una apparizione dedicata ai curiosi di ogni età.
Nella bottega del cantastorie si producono.
Racconti, canzoni, armonie, giri armonici e salti sonori
Anche se non sono prodotti a KM 0 le Canzoni da Passeggio sono dedicate a consumatori di tutte le età.
La “ Magica Ferramenta”è il luogo di produzione. Dove con l'Organo di Barberia, il Tubasso la Sega Musicale e altri strumenti musicali autocostruiti, vi condurrà nel suo mondo incantato.
L'esperienza di Felice Pantone inizia nel 1984 come musicista di strada. da allora,per “Necessità e Vocazione “ e dopo molteplici incontri e collaborazioni con personaggi che ne hanno segnato il percorso artistico iniziato sul più grande palco del mondo” la strada“.
Ha proseguito la sua formazione e consolidato il suo percorso artistico allestendo con registi, spettacoli teatrali, e collaborando come musicista con gruppi musicali. Oggi ancora convinto della scelta fatta, lo incontriamo per strade e piazze a proporre Suoni, Racconti,Visioni e Musiche.
Perché tutto serve a raccontare e interpretare il mondo in cui viviamo, con il giusto distacco,per entrare e uscire da personaggi sempre diversi.
Divertenti e intelligenti per occhi e orecchie di tutte le età.
Per saperne di più www.ilgrilloweb.it

BOLLE GIROVAGHE
Mio nonno con questa bici girava le piazze a vender sapone. Con la sua bici e i suoi attrezzi di bambù io vendo quel poco che è rimasto da allora: sogni e bolle di sapone.
Il sapore degli antichi mestieri, l’accompagnamento musicale dell’epoca, la magia delle bolle di sapone, l’imprevedibilità di un mezzo che arriva alle persone ed un artista che gioca con la gente e le bolle.






LA FATTORIA AMBULANTE DI TINTO GRASS
Molti ricorderanno di averlo visto a qualche festa paesana, anche solo di sfuggita, con il suo carretto variopinto di animali. C'è chi scoprirà di averlo osservato divertito, vestito da frate o da Babbo Natale, distribuendo emozioni e sorrisi insieme alla sorprendente compattezza della sua stuola di amici; cane, asino, oche, capre, conigli, galline e colombi. Uniti, nonostante le diversità. 
Romano ha iniziato questa iniziativa per scherzo 12 anni fa, quando, con solamente un cavallo ed un cane, a Borgo Rivola andava a fare il Babbo Natale. La sua partecipazione a sorpresa riscuoteva successo così si decise a portare a casa altri animali. Giulio, il suo asino, è ormai la colonna portante della combriccola e da 11 anni accompagna Romano nelle feste paesane trainando il carretto con gli altri animali. Oggi nella “baita” (nome utilizzato da Romano per definire la sua fattoria), ci sono circa 300 animali; galline, gatti, colombi, capre, maiali, tacchini, conigli, cani e persino uno struzzo. Gli eventi a cui è invitato con il suo spettacolo sono innumerevoli e vanno dai piccoli paesi fino alle grandi province come Ravenna.
“Non faccio tutto questo per i soldi che ricevo per partecipare alle feste, anche perché ogni anno chiudo sempre con rimesse maggiori. Faccio questo perché è una passione. Amo i miei animali e cerco di portare un po' di questo sentimento agli altri, soprattutto bambini e anziani. Per me il compenso maggiore quando faccio queste manifestazioni è l'emozione che vedo che la gente prova, gli sguardi che incontro e che purtroppo nelle grandi città risultano più freddi. La mia speranza infine è che qualcuno di questi bambini, affascinato da ciò che faccio, un giorno possa intraprendere la stessa strada e continuare a regalare queste genuine emozioni”.

DOMENICA 8 OTTOBRE

Grande cantagiro barattoli
Il “Grande Cantagiro Barattoli” è un esperimento. O, per meglio dire, un laboratorio: in esso sono racchiuse tutte le nostre competenze di artigiani, di conoscitori del ferro e del legno, della carta e del colore, del gioco con i tessuti e con le molle. È successo così: da materiali poveri combinati tra loro è nato un teatrino musicale viaggiante, che non smette di stupire dai bambini agli adulti.

Il Grande Cantagiro Barattoli ha scelto le strade e le piazze d'Europa come cornice per i propri spettacoli, nati e pensati principalmente per gli spazi aperti: sempre in viaggio, a tramandare l'antica tradizione del musicista ambulante con le sue marionette danzanti, alla ricerca di nuovi angoli di strada dove portare meraviglia.
I nostri canti e le nostre melodie raccontano di sbornie, d'amore, di emigrazione, sono musiche tradizionali da noi arrangiate e personalizzate, sostenute da ritmi incalzanti e ballerecci. Canti di Francia e di Spagna, canti d'Irlanda e del sud Italia, a volte, cori di marinai.

Dè soda sisters

Le Dè Soda Sisters nascono a Rosignano Solvay nel febbraio del 2011. Il nome del gruppo è un ironico omaggio proprio a ciò che caratterizza Rosignano Solvay: il bicarbonato e le sue spiagge bianche. Il gruppo, tutto al femminile, che vede unione di modi di fare e di dire della provincia di Livorno e di quella di Firenze, predilige spazi scenici contenuti per stringersi al pubblico e farlo sentire parte integrante del concerto. Musica da strada che si fa largo fra piazze, piazzette, vicoli stretti e balere arredate con tavoli e candele. Da qui parte il loro vasto repertorio di vecchie canzoni anarchiche e popolari, appartenenti alla tradizione toscana e del sud Italia. Stornelli da osteria, filastrocche rivoltose, serenate d’amore, canti di lotta e melodie del passato. Le Dè Soda Sisters conquistano il pubblico per la loro semplicità e la squisita naturalezza della loro musica. Una chitarra, un mandolino, una cigar box, le voci e strumenti percussivi ricavati da cucchiai, grattugie e tamburelli.